domenica 17 gennaio 2016

Revenant - Redivivo



Tre Golden Globe (miglior film, miglior regia, miglior attore drammatico) e innumerevoli candidature agli oscar (tra cui miglior film, miglior attore protagonista, miglior regia, miglior fotografia) già prima dell'uscita in Italia (16 gennaio).
Altrettanti aneddotti interessanti: il film è stato girato solo in alcune ore del giorno perché regista e direttore della fotografia volevano girare con luce naturale per ottenere un effetto realistico, Di Caprio (vegano) ha dovuto mangiare fegato di bisonte, il regista è andato fuori budget, parte della troupe ha lasciato la pellicola ecc...
C'era qualche aspettativa.
Con Revenant, basato sull'omonimo romanzo di Michael Puncke, Iñárritu (premio Oscar 2015 per Birdman) ci narra la storia di Hugh Glass (Leonardo Di Caprio) cacciatore di pelli del North Dakota. Durante una spedizione lui e i suoi compagni vengono attaccati da un gruppo di indiani Ree e, durante la fuga tra le montagne, viene attaccato da un orso, ma nonostante le gravi ferite riesce a sopravvivere. Parte della compagnia va avanti, lasciando Glass nelle mani del figlio Hawk (avuto da una indiana) e altri due cacciatori: Bridger (Will Poulter) e Fitzgerald (Tom Hardy). Quest'ultimo uccide Hawk e lascia Glass indietro a morire.
Per tutto il resto del film vediamo Di Caprio che lotta contro la natura tremenda e indifferente, mosso solo dalla ricerca di vendetta.
Sentimento che muove anche altri personaggi come il capo dei Ree alla disperata ricerca della figlia.
Non è tanto la vendetta il fulcro del film, ma la Natura.
Matrigna, crudele, violenta, di una bellezza dolorosa, contro cui l'uomo combatte pur essendone parte, uccidendo altri uomini, sventrando cavalli per ripararsi dal freddo.
Il regista prostra Glass e lo spettatore durante la lotta per la sopravvivenza, feroce ed interminabile, spezzata da allucinazioni e flash-back.
Chi guarda è portato allo stremo, tanto che la pellicola dopo la prima ora inizia a farsi lenta e poco scorrevole.
Tutto questo realismo, estremo e drammaticamente esasperato risulta ad un certo punto poco coinvolgente.
Questa nota negativa è, tuttavia, compensata dalla potenza della fotografia (Emmanuel Lubetzki, The Tree of life, To the Wonder, Gravity) dalla mirabile interpretazione di Di Caprio e dai notevoli movimenti di macchina.
Più che una storia, Revenant è un'esperienza, sofferta.


Produzione: USA 2015
Regia: Alejandro Gonzàles Inarritu
Durata: 156 min.
Interpreti principali: Leonardo Di Caprio, Tom Hardy, Domhall Gleeson, Will Pouter, Paul Anderson
Sceneggiatura: Alejandro Gonzàles Iñárritu, Mark L. Smith.
Montaggio: Stephen Mirrione
Fotografia: Emmanuel Lubetzki
Musiche: Ryuichi Sakamoto, Bryce Dessner, Carsten Nicolai

Trailer:

venerdì 15 gennaio 2016

Shortology film

Favolosa idea che accosta i più grandi film a semplici immagini stilizzate.
Ne avete mai sentito parlare?
Provate ad indovinare a quali film si ricollegano.



giovedì 14 gennaio 2016

Nomination Oscar 2016


Miglior film
Il caso Spotlight
The Revenant- Redivivo
Mad Max: Fury Road
La grande scommessa
Il ponte delle spie
Brooklyn
Room
Sopravvissuto – The Martian

Miglior attore
Leonardo DiCaprio, The Revenant- Redivivo
Matt Damon, Sopravvissuto – The Martian
Michael Fassbender, Steve Jobs
Bryan Cranston, L’ultima parola – la vera storia di Donald Trumbo
Eddie Redmayne, The Danish Girl

Miglior attrice
Brie Larson, Room
Saoirse Ronan, Brooklyn
Cate Blanchett, Carol
Jennifer Lawrence, Joy
Charlotte Rampling, 45 anni

Miglior regia
Alejandro Iñárritu, The Revenant- Redivivo
George Miller, Mad Max: Fury Road
Tom McCarthy, Il caso Spotlight
Adam McKay, La grande scommessa
Lenny Abrahamson, Room

Miglior attrice non protagonista
Rooney Mara, Carol
Jennifer Jason Leigh, The Hateful Eight
Alicia Vikander, The Danish Girl
Kate Winslet, Steve Jobs
Rachel McAdams, Il caso Spotlight

Miglior attore non protagonista
Sylvester Stallone, Creed
Mark Rylance, Il ponte delle spie
Mark Ruffalo, Il caso Spotlight
Christian Bale, La grande scommessa
Tom Hardy, The Revenant- Redivivo

Miglior film straniero
Il figlio di Saul
Mustang
A War
Embrace of the Serpent
Theeb

Miglior film d’animazione
Inside Out
Quando c’era Marnie
Anomalisa
Boy and the World
Shaun – Vita da pecora

Miglior sceneggiatura non originale
Carol
La grande scommessa
Brooklyn
Sopravvissuto – The Martian
Room

Miglior sceneggiatura originale
Il caso Spotlight
Il ponte delle spie
Ex Machina
Straight Outta Compton
Inside Out

Miglior colonna sonora originale
The Hateful Eight
Sicario
Star Wars – Il risveglio della Forza
Carol
Il ponte delle spie

Miglior montaggio
The Revenant- Redivivo
Mad Max: Fury Road
Il caso Spotlight
La grande scommessa
Star Wars – Il risveglio della Forza

Miglior cinematografia
The Revenant- Redivivo
Mad Max: Fury Road
Carol
Sicario
The Hateful Eight

Miglio design di produzione
Mad Max: Fury Road
Il ponte delle spie
Sopravvissuto – The Martian
The Danish Girl
The Revenant- Redivivo

Migliori effetti speciali
Mad Max: Fury Road
Star Wars – Il risveglio della Forza
The Revenant- Redivivo
Sopravvissuto – The Martian
Ex Machina

Miglior canzone originale
Simple Song 3, Youth – La giovinezza
Manta Ray, Racing Extinction
Writing’s on the Wall, Spectre
Til it Happens to You, The Hunting Ground
Earned It, 50 sfumature di grigio

Miglior documentario
Amy
What Happened, Miss Simone?
The Look of Silence
Cartel Land
Winter on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom

Migliori costumi
Carol
Cinderella
Mad Max: Fury Road
The Danish Girl
The Revenant- Redivivo

Miglior corto
Sanjay’s Super Team
Bear Story
World of Tomorrow
Prologue
We Can’t Live Without Cosmos

Miglior trucco
Mad Max: Fury Road
The 100-Year-Old Man Who Climbed Out a Window and Disappeared
The Revenant- Redivivo

Migliori effetti sonori
The Revenant- Redivivo
Mad Max: Fury Road
Sopravvissuto – The Martian
Sicario
Star Wars – Il risveglio della Forza

Razzies Awards, lista dei candidati


Non possono esserci solo bei film, e gli organizzatori dei Razzies Awards (giunto alla 36esima edizione) ne sono consapevoli; anche quest'anno, quindi, la nemesi degli Oscar ha stilato le nomination dei peggiori film di un'annata da record dal punto di vista degli incassi, ma con alcuni flop altrettanto memorabili.
Ecco la lista:
Peggior film
Fantastic 4
50 sfumature di grigio
Jupiter Ascending
Il superpoliziotto del supermercato 2
Pixels
Peggior attore
Johnny Depp, Mortdecai
Jamie Dornan, 50 sfumature di grigio
Kevin James, Il superpoliziotto del supermercato 2
Adam Sandler, The Cobbler e Pixels
Channing Tatum, Jupiter Ascending
Peggior attrice
Katherine Heigl, Home Sweet Hell
Dakota Johnson, 50 sfumature di grigio
Mila Kunis, Jupiter Ascending
Jennifer Lopez, Il ragazzo della porta accanto
Gwyneth Paltrow, Mortdecai
Peggior attore non protagonista
Chevy Chase, Hot Tub Time Machine 2 e Come ti rovino le vacanze
Josh Gad, Pixels e The Wedding Ringer – Un testimone in affitto
Kevin James, Pixels
Jason Lee, Alvin Superstar – Nessuno ci può fermare
Eddie Redmayne, Jupiter Ascending
Peggior attrice non protagonista
Kaley Cuoco-Sweeting, Alvin Superstar – Nessuno ci può fermare e The Wedding Ringer – Un testimone in affitto
Rooney Mara, Pan
Michelle Monaghan, Pixels
Julianne Moore, Il settimo figlio
Amanda Seyfried, Love the Coopers e Pan
Peggior remake/plagio/sequel
Alvin Superstar – Nessuno ci può fermare
Fantastic 4
Hot Tub Time Machine 2
Human Centipede 3 (Final Sequence)
Il superpoliziotto del supermercato 2
Peggior combo 
Tutti i Fantastici, Fantastic 4
Johnny Depp e il suo baffetto incollato, Mortdecai
Jamie Dornan e Dakota Johnson, 50 sfumature di grigio
Kevin James e SIA il suo seguito O il suo baffetto incollato, Il superpoliziotto del supermercato 2
Adam Sandler e qualsiasi paio di scarpe, The Cobbler
Peggior regista
Andy Fickman, Il superpoliziotto del supermercato 2
Tom Six, Human Centipede 3 (Final Sequence)
Sam Taylor-Johnson, 50 sfumature di grigio
Josh Trank, Fantastic 4
Andy and Lana Wachowski, Jupiter Ascending
Peggior sceneggiatura
Fantastic Four (sceneggiatura di Simon Kinberg, Jeremy Slater e Josh Trank)
50 sfumature di grigio (sceneggiatura di Kelly Marcel Kelly Marcel)
Jupiter Ascending (scritto da Andy and Lana Wachowski)
Il superpoliziotto del supermercato 2 (sceneggiatura di Kevin James & Nick Bakay)
Pixels (sceneggiatura di Tim Herlihy and Timothy Dowling, Story by Herlihy)
Razzie della redenzione
Elizabeth Banks (vincitrice Razzie per MOVIE 47, molte hit quest’anno)
M. Night Shyamalan (eterno nominato Razzie quest’anno al cinema con The Visit)
Will Smith (per aver fatto seguire After Earth da Zona d’ombra)
Sylvester Stallone (campione di sempre dei Razzie, quest’anno concorrente con Creed)