Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

I dieci film più noiosi e soporiferi di sempre

Dopo la classifica dei film che tolgono il sonno, ecco quelli che te lo restituiranno con gli interessi! Sì quei film che, ti giri e mezza sala è già andata, l'altra metà lotta senza speranza contro la palpebra calante...e tu che non vuoi fare la loro fine....e si accendono le luci! Oppure quelli che, carico di aspettative, ti vedi a casa sul divano con l'uomo/donna della tua vita ma è un attimo e uno dei due crolla sulla spalla dell'altro. Alcuni (e dico solo alcuni) sono davvero dei bei film, ma non c'è caffè che regga, sei destinato a non vedere la fine.
10. Paranormal Activity 1- Oren Peli (2007)

Una tizia si sveglia di notte e fissa il fidanzato. Tutta la notte. Ogni notte. Lui piazza una telecamera per riprenderla. Questo fa molto incazzare l'essere oscuro che infesta la casa e la ragazza. Questo fa molto dormire.



9. Avatar (alla seconda visione) - James Cameron (2009)

Forse la prima volta al cinema e con gli occhiali 3D e solo con queste due condizioni, vuoi…

Back to the future - Ritorno al futuro: la storia di una trilogia immortale

Marty: Un momento... un momento, Doc. Mi stai dicendo che hai costruito una macchina del tempo... con una DeLorean?
Doc: Dovendo trasformare un'automobile in una macchina del tempo perché non usare una bella automobile?

Oggi parleremo di “Ritorno al Futuro”. Uno dei film più rappresentativi degli anni ’80. Un film che insieme ad altre pietre miliari come Ghostbusters, Top Gun, Rambo o Indiana Jones, rappresentano l’espressione di una decade cinematografica molto fortunata. Ad oggi infatti, a distanza di più di 30 anni, gli estimatori di questo filone sono più agguerriti che mai, e in vari cinema d’Italia si organizzano reunion per celebrare questi cult movie.
Questa trilogia, pur essendo composta da 3 film separati, è da intendersi come una storia unica, ogni titolo infatti, reca in basso la dicitura “parte I” “parte II” o “parte III”, proprio per rimarcare la compattezza nella storyline. Al termine di ogni episodio, infatti, c’è un diretto collegamento con l’inizio del film success…

Game of Thrones ovvero l'inizio di una dipendenza...senza fine (no spoiler)

“Non incominciarlo…” “Ma sei sicuro..? Guarda che poi non esci di casa fino alla fine eh!” “Okay, ma ricordati… Non ti affezionare ai personaggi!”


Spoilerone lo so, ma tanto è quello che TUTTI ti dicono quando inizi a vedere questa serie.
Di cosa stiamo parlando? Ma de “Il Trono di Spade” ovviamente! La serie nasce come adattamento televisivo del ciclo di romanzi “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R.R. Martin. Si racconta che quest’ultimo abbia rifiutato negli anni numerosi contratti cinematografici, dal momento che la durata di un film avrebbe richiesto troppi tagli alla storia, rendendo impossibile integrare la trama così come l’autore l’aveva intesa. Alla fine però si presentò l’HBO con un progetto per una serie TV, e ciò che è venuto dopo è sotto gli occhi di tutti. Io personalmente ho resistito finché ho potuto, ma poi, cedendo all’insistenza di più di un amico, ho iniziato a vederlo, ed ora che è finita la quarta stagione, mi sento un vuoto dentro… Che solo la …

Ridley Scott e la Bibbia: Il nuovo film del regista racconta Mosè. Ecco il trailer di Exodus: Gods and Kings.

No, non è il sequel di Prometheus. Sì è Ridley Scott e dopo gli alieni si interessa ora di religione. Eh sì perché il nuovo film "Exodus: Gods and Kings" è la storia di Mosè che guida il popolo verso la Terra promessa. (Se non vi ricordate la storia, risfoderate la Bibbia della prima comunione) Mosè ha il volto di Christian-Batman-Bale, mentre Ramses è Joel Edgerton (Star Wars II, Kinky Boots, Zero Dark Thirty, Il grande Gatsby). I fan di Alien e di Breaking Bad saranno contenti di rivedere i loro paladini Sigourney Weaver e Aaron Paul che saranno nel cast insieme a John Turturro e Ben Kingsley. Il film è atteso nelle sale USA a fine anno, mentre a noi toccherà aspettare il 15 gennaio 2015.  Il trailer è uscito solo poco fa!  Eccolo:


Le trenta frasi più ovvie dei film americani

Diciamolo, i film americani non brillano per originalità di linguaggio. Situazioni, frasi e protagonisti spesso sembrano uscire dalla stessa pellicola.  Al che ti chiedi: ma è un film o la telecronaca di Fifa 98? Qualcuno viene pagato per mettere le stesse frasi ovunque? C'è un giro sotto? Messaggi subliminali per farli entrare nel gergo comune? Nel dubbio: maledetti, figli di puttana! E pensare che oggi era il mio ultimo giorno di servizio!!Passami una ciambella, figliolo, prima che sforacchi il culo di quegli alieni...non mi sento più le gambe, ci rimetterò il mio culo bianco...passatemi il presidente!
Ecco le 30 frasi più inflazionate dei film e...God bless America.
#1 "é mio figlio! è il mio bambino!"
Disse il padre che voleva disconoscerlo un secondo prima.

#2 "Figlio di puttana!"
Il collega che inizia ad apprezzare l'operato del collega che prima disprezzava.

#3 "Oggi è il mio ultimo giorno di servizio."
Succede l'apocalisse.

#4 "H…

I dieci film che ti toglieranno il sonno ovvero la classifica dei dieci film più spaventosi di sempre

Ok. Ormai dovreste essere abbastanza grandi da guardare un film senza andare a dormire dai genitori.
Beata illusione.
Confessate che "ah sì avevo lasciato la luce accesa per leggere e poi..." è solo una scusa per giustificare le vostre paranoie notturne su presunti demoni che aleggiano sul vostro letto o vi pressano il petto fino a soffocarvi.
Insomma, siete ancora nella fase adolescenziale dove vi vedete con gusto quell'horror e quando tornate soli a casa in notturna vi guardate indietro fino a correre verso casa col cuore in gola e la torcia del telefonino accesa? Iniziate a guardare con affetto il santino che vostra madre vi ha messo di nascosto nel portafoglio?
Allora questa è la classifica che fa per voi.

10. Suspiria di Dario Argento (1977)

Suspiria, il primo film della Trilogia delle Madri, a cui seguono Inferno(1980) e La terza madre(2007) è la storia di una giovane ballerina americana che giunge a Friburgo per frequentare una prestigiosa scuola di danza. Fin dal …

Grand Budapest Hotel - la summa dello stile di Wes Anderson

"Vedete, ci sono ancora deboli barlumi di civiltà lasciati in questo mattatoio barbaro che una volta era conosciuto come umanità. Infatti è quello che abbiamo a disposizione nel nostro modesto, umile, insignificante ... oh, fanculo!"
Anni '60. Uno scrittore (Jude Law) cerca riposo e ispirazione nell'ormai decadente Grand Budapest Hotel. A svegliarlo dal suo torpore poetico sarà  il Sig. Moustafa (F. Murray Abraham), proprietario dell'hotel, che si lascia andare al malinconico racconto dell'ascesa e caduta di quel suo gioiello sulle montagne.
Ora siamo negli anni '30, a cavallo tra le due guerre. In un paesino sperduto dell'est europa il Grand Budapest Hotel è al massimo del suo splendore e Gustave H ne è il concierge. Eccentrico, edonista, elegante (mai senza il suo profumo L'air de Planache) rigoroso e con un'etica del lavoro ai limiti della follia (va a letto con tutte le sue clienti, per lo più ottantenni), insegna all'adolescente Zero …