giovedì 12 giugno 2014

Sotto assedio- White House Down, ovvero come sentirsi Nostradamus un sabato sera qualsiasi

"Ci risiamo...chi ha attaccato la Casa Bianca stavolta?"


Prendete un sabato sera sul divano davanti alla Tv, in famiglia, da bravi bamboccioni, troppo stanchi per uscire (pomeriggio passato a studiare), troppo stanchi per alzare le benamate natiche che trovano conforto sul morbido cuscino, troppo stanchi per protestare sulla scelta del film.
Compare lui: il classico film che piace a tutti e non piace a nessuno.

Il titolo è già un programma.
Lui, Channing-addominali-Tatum, poliziotto dal passato turbolento, è alla White House per entrar a far parte della scorta del Presidente degli Stati Uniti, Jamie-Django-Foxx (ancora non uscito dalla parte del film di Tarantino).
Lei, Maggie Gyllenhaal (sì quella che molla Batman per Due-facce), vice-capo dei servizi segreti americani, scarta l'aspirante agente proprio il giorno in cui ha portato con sé la figlia tredicenne per ricostruire il rapporto padre-figlia, ma, guarda caso, proprio in quel momento, c'è un attentato alla Casa Bianca, proprio mentre Channing muscoli d'acciaio è lì!

E sono esplosioni, botte, proiettili come se non ci fosse un domani, aerei da guerra abbattuti con uno sputo...Ed è subito ciclo alta tensione di canale cinque estate, solo con maggior spreco di soldi.
Non è che capisci la fine dall'inizio, capisci come si svolgerà ogni singola scena.

È guardando questi film che pensi di avere il dono della preveggenza! E farai la fine di Cassandra: vedrai il futuro, e nessuno ti ascolterà, cioè nessuno cambierà canale. Ma, alla fine, sei talmente infognato con questa storia della preveggenza che non vuoi cambiare film neanche tu per poter dire: “nooo avevo ragione” o “proprio come avevo previsto” e sentirti Nostradamus.
Certo, non potevi prevedere che il presidente degli Stati Uniti mettesse le scarpe di Michael Jordan per combattere i servizi segreti in rivolta (non erano terroristi), del resto anche i Maya hanno sbagliato, ma si sa che quando la First lady regala l'orologio di Lincoln al consorte, appuntandoglielo sul cuore, questo non potrà far altro che salvargli la vita, insieme a Channing (ma vabbè lui è lì per quello), l'uomo che da solo sbaraglia un plotone di paramilitari in una mattinata, che salva il mondo meglio di Ben Stiller che interpreta Speedman che interpreta Scorcher.


A pranzo è già sull'aereo del presidente, con la figlia ritrovata(che mentre scappava dai cattivi è riuscita a postare tutto l'assedio sul suo blog con video annesso), e tutti gli americani, dopo lo shock della Casa Bianca in fiamme, possono tornare a vivere felici e contenti nella democrazia più democratica del mondo.


Profondo e illuminante, soprattutto per le mie capacità visionarie.

Trailer:

Se lo vede tutto due volte, vi siete visti il film